Controlli e verifiche ai Vani Sanitari

L`assistenza e la manutenzione CERTIFICATA è strutturata come segue:
Viene stilata, insieme ai nostri agenti, una lista di materiale e prodotti che si intendono certificare e manutenzionare.
In base a questa lista verrà proposto un preventivo di intervento, comprese le spese di trasferta e manodopera. Ricordiamo che i nostri tecnici si muovono sul territorio e verranno direttamente all`interno della vostra struttura. Se il preventivo viene accettato, ecco che si deciderà una data nella quale l`intervento sarà effettuato.
I tecnici arriveranno sul posto e, seguiti da un responsabile dell`associazione, effettueranno le operazioni di manutenzione e di certificazione, spiegando al responsabile ogni dettaglio del lavoro e facendo notare all`istante tutte le anomalie riscontrate durante l`intervento.
Il cliente ha facoltà di aggiungere o togliere materiale da controllare rispetto al preventivo stilato in precedenza. Finito il lavoro "sul campo", i tecnici rientreranno e elaboreranno tutti i dati raccolti durante i controlli, e, nel giro di qualche giorno, il cliente si vedrà recapitare sulla propria mail tutti i documenti prodotti per certificare gli elettromedicali controllati. Nello stesso momento sarà portata all`attenzione del cliente la lista delle anomalie riscontrate e di conseguenza saranno consigliate le azioni da intraprendere per portare a norma il prodotto segnalato come imperfetto.
Il cliente potrà rivolgersi a TECNOLIFE S.R.L. per l`acquisto dei pezzi di ricambio utili al ripristino di tali prodotti.


TUTTI I SERVIZI PROPOSTI VENGONO ESEGUITI CON STRUMENTAZIONI DEDICATE DI ULTIMA GENERAZIONE, CHE VENGONO CERTIFICATE, TARATE ED AGGIORNATE ANNUALMENTE COME RICHIESTO DALLE NORMATIVE VIGENTI.

I servizi che offriamo sono rivolti a coloro che sono gli utilizzatori di apparecchiature elettomedicali, e nello specifico si dividono in:
Verifiche periodiche di Sicurezza elettrica: controllano nel tempo il mantenimento delle caratteristiche di Sicurezza;
Verifiche funzionali: accertano il mantenimento nel tempo dell`efficacia dell`apparecchio

Lo scopo delle verifiche: lo scopo di tali verifiche sulle apparecchiature e sistemi medicali è quella di garantire il livello di sicurezza dello stesso nei confronti del paziente e del personale medico e paramedico che lo utilizza. Questo aspetto deve essere osservato nelle varie fasi di sviluppo, di produzione, e come nel nostro caso nel normale utilizzo dell`apparecchiatura.
Per un lungo periodo di tempo la norma CEI EN 60601-1 (classificazione CEI: 62-5) - NORMA GENERALE PER LA SICUREZZA è stata il riferimento per i fabbricanti e utilizzatori di apparecchi elettromedicali per la diagnosi e per il trattamento dei pazienti. Il lavoro internazionale di adeguamento della norma in questi ultimi anni, dopo alcune modifiche e varianti pubblicate nel 1991 e nel 1995, ha portato alla pubblicazione della 3° edizione (2006) ove il concetto di sicurezza è stato ampliato, fino ad includere l`aspetto delle prestazioni essenziali delle apparecchiature elettromedicali, dando una significativa importanza alla sicurezza del paziente e dell`utilizzatore.

Oltre alla norma generale esistono numerose altre norme particolari ad es. CEI 62-13 - CEI 62-20 - CEI 62-15 che si riferiscono a specifiche categorie di elettromedicali, nelle quali vengono indicate, in modo dettagliato, le verifiche periodiche e funzionali da effettuare sulle varie apparecchiature elettromedicali.

Quando parliamo di questo tipo di servizio, possiamo fare riferimento alla Guida CEI 62-122:2002 che ha lo scopo di rendere consapevoli gli operatori delle prescrizioni di sicurezza che devono essere sempre garantite in qualsiasi momento di utilizzo dell`apparecchio, non solo quando sono nuove o appena revisionate.
Nella stessa vengono quindi indicate le prove minime di accettazione e collaudo da effettuare al momento della messa in servizio dell`apparecchiatura e le verifiche periodiche per garantire costantemente il buon funzionamento e la sicurezza dell`apparecchio nella fase successiva all`installazione, tra cui la verifica del conduttore di protezione, la verifica della resistenza di isolamento e le correnti di dispersione ammissibili in condizioni normali e in condizioni di guasto di un dispositivo di controllo, cos! da non causare pericolo al paziente e all`utilizzatore dell`apparecchiatura.

Le principali verifiche di sicurezza che vengono da noi eseguite, contenute anche nella norma generale EN 60601-1 sono:
1. Corrente di dispersione a terra: essenzialmente la corrente che scorre attraverso il conduttore di protezione nel cavo di alimentazione fino a terra.
2. Corrente di dispersione nell?involucro: la corrente che scorrerebbe da ogni possibile parte accessibile dell`involucro se una persone la toccasse;
3. Corrente di dispersione nelle parti applicate: comunemente conosciuta come corrente di dispersione nel paziente, è la corrente che scorre da o verso una parte applicata o tra parti applicate
4. Rigidità dielettrica: la capacità dell?isolamento di sopportare l`alta tensione (la prova comporta l`applicazione di una alta tensione tra le parti separate dall`isolamento in prova).
5. Continuità del collegamento di terra: la capacità del sistema di connessione di protezione di sopportare una corrente di 25A che fluisce nel circuito di protezione per verificarne la continuità
6. Tensioni residue: la tensione presente sugli spinotti della spina 1 secondo dopo che scollegata dall`alimentazione. (La relativa prova detta anche prova di scarica).
7. Tensione sulle parti accessibili: la tensione presente su qualsiasi parte accessibile, incluse le parti protette da aperture di servizio.
8. Energia accumulata: l`energia immagazzinata in qualsiasi parte accessibile.
9. Corrente assorbita: la corrente assorbita dal prodotto.
10. Potenza assorbita: la potenza assorbita dal prodotto.

Come indicato nella guida CEI 62-122:2002 per eseguire le verifiche periodiche di Sicurezza elettrica e funzionali delle apparecchiature elettromedicali, utilizziamo strumentazione specifica aggiornata alle ultime linee guida e certificata annualmente e utilizziamo software gestionali che ci permettono di rilasciare al nostro cliente una certificazione chiara e di facile interpretazione. Questa breve descrizione abbiamo parlato di Norme ( GENERALE E PARTICOLARI ) ma non dobbiamo dimenticare che, come nel nostro caso, le apparecchiature elettromedicali sono attrezzature di lavoro e pertanto secondo il DECRETO LEGISLATIVO 9 aprile 2008 , n. 81 Attuazione dell`articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, art. 15, comma Z, per ciò che riguarda la sicurezza degli ambienti, degli impianti e delle attrezzature di lavoro e, nel caso in esame, si riflette di conseguenza, sulla sicurezza dei pazienti. Il costruttore deve indicare tutte le operazioni per la manutenzione, che l`utilizzatore del dispositivo dovrà adottare. Se la manutenzione non viene e?ffettuata o viene eff?ettuata in modo non corretto, la responsabilità del mantenimento dei requisiti essenziali del dispositivo è, per le rispettive competenze, dell!utilizzatore e del manutentore; viceversa se la manutenzione è svolta correttamente, la responsabilità rimane in capo al costruttore nei tempi e termini di legge.

I prodotti che verifichiamo sono:
  • Defibrillatori
  • Ventilatori polmonari
  • Elettrocardiografi
  • Cardiotocografi
  • Aspiratori di secreti
  • Impianti ossigeno
  • Saturimetri
  • Frigo e termoelettrici
  • Centrifughe da banco
  • Bilance analitiche e tecniche
  • Sfigmomanometri digitali

top